CONDIVIDI

Nuove dichiarazioni da parte di Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli. Il numero uno ha parlato del Var, di Collina e delle proteste della Juventus

Juventus e Napoli, avversari in campionato, dopo mille frecciate e veleni, hanno trovato un punto comune: la battaglia agli errori arbitrali e a Collina. Dopo le parole di Agnelli su Collina e sul Var, ecco arrivare la sponda di Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli. Il numero uno azzurro ha parlato a margine della presentazione dello spot firmato da Francesca Archibugi per la “Race for the cure 2018” in quanto presidente onorario (insieme alla moglie) dell’Associazione Susan G.Komen. Il numero uno azzurro ha parlato così del Var: «Non capisco perché un’eccellenza italiana come il Var non possa diventare un simbolo e un modello per il calcio internazionale e non capisco come certi poteri forti possano continuare a rinviare l’inserimento di questo sistema tecnologico».

Il presidente, che ha parlato del rinnovo di Maurizio Sarri, ha attaccato Collina, presidente della Commissione Arbitri della Fifa: «Agnelli ha attacco Collina? Non lo sapevo. Il signor Collina mi ha sbattuto fuori alcuni anni fa e la mia colpa è stata solo quella di parlare da uomo libero, per cercare di spostare certi paletti. Gli arbitri non dovrebbero stare a capo della Federcalcio ma alla Lega perché noi dobbiamo poter dire la nostra. Il Var va esteso e va migliorato con dei regolamenti ogni anno perché come tutte le tecnologie ha bisogno di rodaggio continuo».

Articolo Originale