CONDIVIDI

Nihad Djedovic, 28 anni, del Bayern, qui in Eurocup contro il torinese Patterson. Lapresse

La tempesta-Panathinaikos, col proprietario Giannakopoulos che se n’è andato annunciando il ritorno del suo club alla Fiba,[1] è arrivata a margine di un’assemblea delle società a Madrid che ha portato novità importante per il futuro dell’Eurolega.

Espansione — L’Executive Board ha approvato l’espansione dalla stagione 2019/20 a 18 squadre, dalle 16 attuali, definendo mercati prioritari quelli di Germania e Francia. Per quanto riguarda la squadra tedesca, è già stata deliberata una wild card di due anni per il Bayern Monaco, che la inseguiva da tempo. Sul club francese, l’Eurolega ha dichiarato che continuerà a lavorare con l’Asvel Villeurbanne, di proprietà di Tony Parker, perché raggiunga la conformità ad alcuni requisiti minimi per ottenere a sua volta una wild card biennale.

spettatori e budgeT — Nell’occasione il Ceo Jordi Bertomeu, nel presentare i dati sull’affluenza, ha riportato un aumento del 4.4% delle presenze nei palasport, con una media di 8462 spettatori, pari a un riempimento del 75.8% della capacità delle arene. Contestualmente è stato innalzato il budget minimo dei club a 5.4 milioni di euro, il 35% in più rispetto a tre anni fa.

Giuseppe Nigro

© riproduzione riservata

References

  1. ^ col proprietario Giannakopoulos che se n’è andato annunciando il ritorno del suo club alla Fiba, (www.gazzetta.it)