CONDIVIDI

© LaPresse

Tentarono una rapina con lo spray urticante la sera del 3 giugno 2017twitta[1]

TORINO – Operazione della questura e della procura di Torino contro le persone sospettate di avere scatenato il panico in piazza San Carlo il 3 giugno 2017 durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions League. Si tratta di otto persone per le quali si sta procedendo all'arresto. Secondo quanto si apprende, è un gruppo che tentò di mettere a segno delle rapine spruzzando dello spray urticante. A coordinare le indagini sono il procuratore Armando Spataro e i pm Antonio Rinaudo e Vincenzo Pacileo.

Juventus, piazza San Carlo il giorno dopo: vetri, transenne e sangue. La Procura indaga[2]

LE RAPINE CON LO SPRAY – Un gruppo di giovani che avrebbe commesso altre rapine analoghe con lo spray urticante in grandi raduni pubblici. Sarebbero stati loro, secondo le indagini della polizia e della procura di Torino, a scatenare il panico in Piazza San Carlo la sera del 3 giugno 2017. Alcuni, in base a quanto si apprende, sarebbero di origine extracomunitaria. Il gruppo è stato individuato grazie alle intercettazioni telefoniche nel corso di un'altra indagine: stavano parlando di una collanina, rubata in piazza, del valore di diverse centinaia di euro.

Panico a Torino: folla in fuga da piazza San Carlo[3]

Tutte le notizie di Juventus[4]

References

  1. ^ twitta (twitter.com)
  2. ^ Juventus, piazza San Carlo il giorno dopo: vetri, transenne e sangue. La Procura indaga (www.tuttosport.com)
  3. ^ Panico a Torino: folla in fuga da piazza San Carlo (www.tuttosport.com)
  4. ^ Tutte le notizie di Juventus (www.tuttosport.com)

Original Article