CONDIVIDI

I precedenti non sorridono, anzi: negli incontri andati in scena nella storia tra Roma e Liverpool i giallorossi hanno vinto una volta su cinque, realizzando solamente due reti. Non certo un viatico che lascia presagire due partite semplici: le semifinali di Champions, in programma il 24 aprile a Liverpool e il 2 maggio a Roma, vedranno però di fronte due squadre con la "s maiuscola", capaci di eliminare due delle tre principali favorite per la conquista del torneo, Barcellona e Manchester City.

CHAMPIONS DA RECORD, DNA EUROPEO – Già, ma come arriverà alla doppia sfida la squadra di Klopp? A prescindere dallo spauracchio Salah, ex che potrebbe fare malissimo, i Reds stanno bene: ancora imbattuti in Champions League, rappresentano un brutto ricordo per i tifosi della Roma, vista la finale di Coppa Campioni vinta nel 1984 proprio contro i giallorossi di Pruzzo e Graziani. Delle quattro semifinaliste sono quella con il rendimento migliore, con 6 vittorie, 4 pareggi e ben 33 reti realizzate, record per una squadra inglese in Champions League: 8 reti realizzate dall'egiziano e dal brasiliano Roberto Firmino, 7 quelle del senegalese Mane come 7 sono anche gli assist del veterano James Milner, il migliore propiziatore di gol della competizione. Senza contare il blasone europeo dei Reds: cinque Champions League, tre Coppe Uefa e tre Supercoppe europee.

DA EMRE CAN A UN 2018 DA URLO: COME STA LA SQUADRA DI KLOPP – Dal punto di vista della resa stagionale, la squadra di Klopp dimostra grande solidità ed equilibrio: nonostante l'infortunio del centrocampista probabilmente migliore, il tedesco Emre Can, obiettivo di mercato della Juventus che rimarrà fuori fino alla fine della stagione per un problema alla schiena (che lo ha costretto a rimanere fuori anche dalle amichevoli con la propria nazionale), dall'inizio del 2018 ha totalizzato 12 vittorie, tre pareggi (contro Tottenham, Porto in una partita inutile dopo lo 0-4 dell'andata e nel derby con l'Everton schierando tutte le riserve) e solo tre sconfitte (contro Swansea, Man United e WBA in FA Cup). E' stata l'unica squadra capace di mettere in difficoltà e sconfiggere sempre il Man City dominatore della Premier, impartendogli delle vere e proprie lezioni da punto di vista del gioco: 29 le reti stagionali di Salah, 14 quelle di Firmino, 9 quelle di Mane, per un totale di 52 reti realizzate dal tridente più prolifico d'Inghilterra. Assenti al momento anche il centrocampista Lallana, il difensore Matip e il terzino Joe Gomez, che non dovrebbero recuperare per la doppia sfida. Un ostacolo difficile, ma dopo il Barcellona nulla è più impossibile per Di Francesco e i suoi.

LA PROBABILE FORMAZIONE:

Liverpool (4-3-3): Karius; Alexander-Arnold, van Dijk, Lovren, Robertson; Milner, Henderson, Oxlade-Chamberlain; Mané, Salah, Roberto Firmino. All. Klopp

@AleDigio89