CONDIVIDI

© www.imagephotoagency.it

Il tecnico: «Non dimenticatevi che hanno perso a Napoli nei minuti di recupero e hanno battuto la Sampdoria»twitta[1]

TORINO – Mazzarri non si fida. «Non dimenticatevi che il Chievo ha perso a Napoli nei minuti di recupero e ha battuto la Sampdoria. Quindi è tutto detto. Se lo temo? Questa non è una parola che fa per me. Rispetto tutti, certo, ma le partite vanno giocate. Questa l'affrontiamo in un campo ostico ma abbiamo stimoli da vendere. Bisogna fare il salto di qualità nel più breve spazio di tempo possibile. Affrontiamo il Chievo come se fosse una big. Per me è una stagione di continue verifiche. Occorre giocare bene la palla. Europa? Non ne parlo. I discorsi li porta via il vento, occorrono i fatti, voglio una grande prestazione contro il Chievo. Ci vogliono motivazioni. Guardate quello che è successo in Champions: squadre che si sentono sicure hanno rischiato di andare fuori. E guardate la Lazio. Io sono andato a letto sicuro che i romani avessero superato il turno. E, invece… Guai a sottovalutare l'avversario. Purtroppo questa settimana abbiamo avuto degli infortuni. Ljajic vedremo domani, Berenguer si è fermato. Ma chi andrà in campo farà una partita all'altezza. Niang non è disponibile. Lyanco? Ho la sensazione che non rientri sino alla fine del campionato. Edera è un ragazzo a cui tengo molto, potrebbe fare anche la punta. Intanto spero di recuiperare Ljajic. Casomai Edera lo proverò da centravanti o seconda punta. Bonifazi si è guadagnato sul campo la mia stima. Non dimenticatevi che questo ragazzo in serie A l'ho fatto esordire io. In queste tre partite sarà utile. Baselli deve andare alla ricerca di se stesso, se sta bene può fare la differenza». E per concludere. «Il Var bisogna ampliarlo, andrebbe in tutte le manifestazioni».

Tags: Torino[2]

Tutte le notizie di Torino[3]

References

  1. ^ twitta (twitter.com)
  2. ^ Torino (www.tuttosport.com)
  3. ^ Tutte le notizie di Torino (www.tuttosport.com)

Original Article